Cerca la proprietà che risponde alle tue esigenze

Alba Music Festival

AlbaMusicFestival

Concerti memorabili e artisti internazionali, una festa della musica nel dinamismo di una città e di un territorio di vocazione e attrazione internazionale. Oltre 20.000 presenze di pubblico ogni anno: un percorso emozionante e spettacolare, una cornice millenaria nel magico incontro tra gli artisti, la musica, i luoghi e la storia.

Il Festival è uno dei più attesi riferimenti culturali della stagione, oltre ad avere i favori della stampa nazionale ed internazionale (“la piccola Spoleto del Piemonte” la Repubblica, “Making Musica Bella” Maryland week-end), è parte del programma culturale della città di Alba ed è sostenuto dalla Regione Piemonte e dai più importanti enti del territorio.

Partnership internazionali che ha preso forma dal rapporto artistico con il St. Mary’s College of Marylandnegli USA, e si sono estese a collaborazioni con la Chesapeke Orchestra e la Maryland Youth Symphony Orchestra, la Roger Williams University di Rhode Island, la Lehigh University Pennsylvania, la Shepherd University in Virginia, la Colorado University in Boulder, la Stanford University in California, la Garfield High School di Seattle. Sul fronte europeo, una partnership istituzionale con il Polo francese di Composizione del Conservatoire de Musique, Danse et Théâtre di Montbéliard e il Dipartimento Multimedia dell'Università di Franche-Comté e con l’Accademia Chigiana di Siena con il suo Global Program.

Attraverso questo dialogo senza confini, la manifestazione è diventata momento d’incontro internazionale, con produzione di concerti di forte identità e un impianto spettacolare e divulgativo.

Concerti nei luoghi più prestigiosi della Città e del territorio in un percorso architettonico suggestivo: dalle platee a specchio del Teatro Sociale, alla millenaria Chiesa di San Domenico, dall’imponente Tempio di San Paolo al raffinato Auditorium della Fondazione Ferrero, dalla magica atmosfera della Cattedrale o quella più intima della Chiese barocche di San Giuseppe e del Coro della Maddalena, alla Sala Beppe Fenoglio, e ancora nel territorio le decine di maestosi Castelli sparsi sul territorio, le Chiese testimoni dell’arte del passato, le cantine storiche e gli angoli suggestivi di un prezioso territorio iscritto dal 2014 a Patrimonio mondiale dell’UNESCO: arte musicale nei magici luoghi di questo incantevole angolo del Piemonte.

In 15 anni Alba Music Festival ha ospitato centinaia di artisti, orchestre e gruppi cameristici, e tra questi ci piace ricordare Vladimir Ashkanazy, Ning Feng, i Solisti della Scala, i Solisti Veneti, i Salzburg Chamber Soloists, il quintetto d’archi dei Berliner Philharmoniker, i gruppi cameristici dell’Orchestra Nazionale della RAI e dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino, Maxence Larrieu, Arnoldo Foà, Sylvano Bussotti, Bruno Canino…

Per vedere il programma visitate il sito: https://www.albamusicfestival.com

la presentazione è stata tratta dal sito https://www.albamusicfestival.com

Cheese - Bra

cheese

Cheese, il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e ai latticini, torna a Bra dal 20 al 23 settembre 2019 con una sfida ancora più ambiziosa: dimostrare, cacio alla mano, che Naturale è possibile!

Organizzato da Slow Food e Città di Bra e giunto alla dodicesima edizione, dopo le storiche battaglie sul latte crudo e sui formaggi fatti con il latte (non in polvere), Cheese alza l’asticella portando nella cittadina piemontese tutto il meglio della produzione casearia “buona, pulita e giusta”.

Ecco qualche anticipazione, in attesa del programma completo, on line su www.slowfood.it a partire dal 26 giugno!

Tema cruciale per il futuro del cibo, Naturale è possibile, costituisce idealmente una tappa del percorso che, partendo dal latte crudo, approda ai formaggi naturali, ovvero senza “bustine” (batteri selezionati in laboratorio e riprodotti industrialmente da pochissime multinazionali) per dimostrare che i caci prodotti senza fermenti di sintesi sono più ricchi di biodiversità, autentica espressione dei territori di origine.

Ma il discorso sul naturale non vale solo per il formaggio: rappresenta una sfida più ampia, che riguarda salumi, pani e vini, ai quali Cheese dedica non solo spazi della manifestazione, ma anche momenti di riflessione e dibattito nelle Conferenze in programma e negli incontri di approfondimento con esperti e produttori.

Nella quattro giorni di Cheese, le vie e le piazze del centro di Bra tornano a essere il palcoscenico perfetto in cui pastori, casari, formaggiai e affinatori raccontano, attraverso i loro prodotti, metodi produttivi che mettono al centro la qualità delle materie prime, il benessere animale, la tutela del paesaggio.

Sono centinaia e provengono da Italia, Francia, Gran Bretagna e Spagna, ma anche da Slovenia, Austria e Stati Uniti solo per citarne alcuni. Li troviamo nel grande Mercato dei Formaggi e nella Via degli Affinatori, tra le bancarelle degli espositori internazionali e nella Via dei Presìdi Slow Food con molte conferme e novità tutte da scoprire.

Immancabile la Gran Sala dei Formaggi e l’Enoteca dove abbinare un buon calice di vino alle decine di formaggi (e quest’anno anche salumi) naturali e a latte crudo. A chi vuole ritrovare il piacere di saperne sempre di più sono dedicati i Laboratori del Gusto (a Bra e a Pollenzo, a pochi chilometri da Bra, presso la Banca del Vino), con formaggi in abbinamento a pani, vini e birre, ma anche gin e cioccolato, e i percorsi educativi di Slow Food pensati per grandi e piccini, per i visitatori e gli studenti delle scuole.

Mentre per chi vuole chiudere la giornata in bellezza, niente di meglio di un Appuntamento a Tavola, le cene ospitate nelle sale dell’affascinante Agenzia di Pollenzo, con chef italiani e internazionali e la loro personale interpretazione del territorio e della biodiversità attraverso tutte le forme del latte.

Fonte: targatocn.it

Vinum - Alba

vinum Alba

La formula di Vinum è quella di una città che abbraccia le proprie eccellenze e le svela lungo le vie e attraverso le piazze

Protagonisti come sempre i grandi vini di Langhe, Roero e Monferrato proposti in connubio ideale con lo STREET FOOD ËD LANGA, cibo di strada di eccellente carattere e qualità. I grandi vini rossi delle Langhe come il Barolo, il Barbaresco, il Nebbiolo, i bianchi delle Langhe, i vini del Monferrato, il Roero, il Roero Arneis, il Gavi e il Brachetto, il Dolcetto, l’Asti Spumante, il Moscato d’Asti e l’Alta Langa senza dimenticare le grappe e i distillati del Piemonte sono al centro delle degustazioni proposte dalle 10.30 alle 20.00 presso i banchi di assaggio nel centro storico della città delle 100 torri e sono anche in questa edizione guidate e curate da AIS Associazione Italiana Sommelier.

Tutti gli appuntamenti di: Degustazioni - Vinum 2019

Collisioni - Il Festival AgriRock

Collisioni
 
Collisioni viene considerato da gran parte della critica come il miglior festival in  Italia per la sua formula innovativa, proponendo musica, letteratura, cinema, enogastronomia in un ambiente suggestivo.
Si svolge a Barolo, meta del turismo internazionale e da qualche anno epicentro del territorio Unesco Piemonte.
Un paese trasformato per un weekend in un grande palcoscenico dove ogni piazza e via del paese si anima di incontri con i più prestigiosi nomi della letteratura mondiale, della musica, del giornalismo e dello spettacolo, installazioni artistiche, performance musicali e teatrali e grandi concerti con le più importanti star del panorama internazionale, ma anche enogastronomia, vino e tradizione culinaria.
Il festival ha ospitato grandi artisti come: BOB DYLAN, JAMIROQUAI, NEIL YOUNG, MARK KNOPFLER, STINGPAOLO NUTINI, ELTON JOHN, MIKAMARCO MENGONI, NEGRAMARO, ROBBIE WILLIAMS, PLACEBO, THE OFFSPRING, GAZZE'-CONSOLI-SILVESTRI,RENATO ZERO e molti altri.
 
Al seguente link potrete trovare il programma completo

Festival della TV e dei nuovi media

festival tv 2019 - Percezioni

Dal 2 al 5 Maggio Dogliani diventerà il più importante centro di confronto e discussione sulla Televisione e i Nuovi Media, un Paese-Antenna in diretta nazionale dal quale trasmettere idee, proposte e riflessioni sulla Tv del futuro. Il Festival ospiterà protagonisti affermati e nuovi autori, editori tradizionali e professionisti dell'universo multimediale, produttori sconosciuti al grande pubblico e star assolute del piccolo schermo.
Le strade di Dogliani saranno animate da incontri e dibatti, intrecci tra generazioni di Tele-protagonisti, Tele-visionari e Tele-dipendenti che rifletteranno le diverse anime della Tv. I grandi volti dell'intrattenimento nazional-popolare racconteranno il backstage delle loro carriere, dalla nascita di un format alla messa in onda di un programma di successo. Esperti di informazione e anchorman si confronteranno sul destino del giornalismo televisivo nell'era dei social network, degli smarthphone, dei tablet, delle WebTv e della connessione 24 ore su 24.

I case history delle trasmissioni più influenti e innovative delle ultime stagioni saranno l'occasione per comprendere la sperimentazione in atto, in vista della convergenza tra vecchi schermi e nuovi dispositivi interattivi. E poi, per svelare al pubblico il funzionamento della macchina, ci saranno workshop dedicati ai mestieri della Tv, come laboratori di doppiaggio e di regia live, incontri con reporter e cineoperatori in prima linea durante i conflitti, spazi dedicati alla presentazione di nuove tecnologie per il video, e molto altro ancora.

Dogliani – sede dell'unico festival popolare dedicato alla Televisione in tutte le sue multiformi declinazioni – diventerà un punto di riferimento per pubblico e esperti, un luogo dove capire quale Tv guarderemo domani.